Quote Scommesse Calcio ®

Covid e Scuole: Aumentano i Contagi e i Misteri

Sono settimane che faccio notare come l’aumento dei contagi sia corrisposto puntualmente alla riapertura delle scuole ed inizia a diventare sospetto l’accanimento del governo Conte per tenerle aperte.

Anche nell’ultimo DPCM infatti Conte ha detto che la didattica a distanza è al 75% per le scuole superiori lasciando quindi ancora aperte tutte le scuole inferiori ai quali si aggiungono il 25% degli studenti delle superiori che continuano a riempire mezzi di trasporto pubblici.

Bisogna iniziare ad avere dei sospetti su questa insistenza a tenere aperte le scuole: forse c’è un piano dietro?

Vediamo l’andamento dei contagi da agosto ad oggi:

Come potete vedere durante l’estate malgrado barbecue, feste e discoteche aperte i contagi erano bassissimi. Eravamo un’eccellenza non solo in Europa, ma nel mondo tanto che la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva fatto un video per complimentarsi con noi.

L’impennata vera si è avuta a partire dalla seconda metà di settembre e ancor di più dal 1 ottobre.

Cosa è successo da metà settembre? E cosa il primo ottobre?

Semplice, la riapertura delle scuole c’è stata il 14 settembre, ma a regime è entrata proprio nelle due settimane successive.

Nelle prime due settimane infatti orari molto ridotti e pediatri che hanno consigliato alle famiglie di aspettare a mandare per sicurezza i figli a scuola hanno ritardato la vera apertura delle scuole che c’è stata tra il 21 settembre e il primo ottobre.

Circa 8.000.000 di studenti che hanno “invaso” i mezzi pubblici. Ogni ragazzo che prende un autobus, un tram o una metro pieni diventano delle “bombe” è come se fosse un “terrorista” covid: per ogni studente infettato su un autobus colmo si hanno potenzialmente 30 infetti a botta.

Nelle ultime ore stanno dicendo “Si dice che a scuola non ci si infetta, ma ci si infetta nelle case”. Non vi pare anche questa frase sospetta? La casa è più pericolosa di una scuola con centinaia di studenti? E se fosse vero perché stanno facendo di tutto per bloccarci nelle nostre mura domestiche? E’ evidente che c’è qualcosa di strano.

Piano piano però c’è chi ha iniziato a ragionare, ad analizzare i numeri come i governatori De Luca ed Emiliano.

Il primo, in Campania, ha iniziato a chiudere le scuole superiori mentre Emiliano in Puglia addirittura ha deciso due giorni fa di chiudere tutti gli istituiti di ogni ordine e grado con questa motivazione: “Dai dati rilevati dai dipartimenti di prevenzione – ha spiegato Pier Luigi Lopalco, assessore regionale alla Sanità – emerge un notevole incremento dell’andamento dei contagi correlati a studenti e personale scolastico degli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Ciascun evento di positività attiva una ingente carico di lavoro sul servizio sanitario. Essendo i soggetti inseriti in una classe, uno studente positivo genera almeno una ventina di contatti stretti, più quelli familiari. Se ad essere positivo è un docente che ha in carico più classi, questo numero si moltiplica ulteriormente”.

Quindi non stiamo parlando solo di mie deduzioni logiche, bensì di dati scientifici riportati dalla Regione Puglia.

Ebbene dopo questa vicenda accadano due cose, la cui tempistica è quantomeno sospetta: Azzolina si scaglia contro Emiliano chiedendo la riaperture delle scuole ed esce un falso comunicato, una vera a propria bufala, messa in giro nella rete ed orchestrata ad arte.

Leggete la fake news che molti di voi potrebbero aver ricevuto sul vostro telefonino magari tramite un whatsapp:
“COMUNICATO UFFICIALE REGIONE PUGLIA
Bari, Giovedì 29 Settembre 2020
Ore 15:30

Il sottoscritto Michele Emiliano annuncia che sotto richiesta della egregia ministra dello Stato Italiano dell’Istruzione Lucia Azzollina si sta valutando una possibile riapertura delle scuole di ogni ordine e grado già a partire da domani. Come già comunicato un paio d’ore fa tutte le prime, seconde e terze elementari verrano riaperte. Tutti i collaboratori della Regione Puglia si stanno ascoltando in videoconferenza straordinaria per trovare un accordo con la Ministra. Ulteriori indicazioni saranno fornite dopo le 17:00 odierne”

Questa è una fake news. Questo comunicato è stato smentito da Emiliano che invece conferma che le scuole devono essere chiuse a partire dal 30 ottobre perché le scuole sono una delle cause dell’aumento dei contagi di CoronaVirus.

Ecco le sue parole:
Questo comunicato è un falso messo in piedi da chi evidentemente non si rende conto della gravità del momento e si diverte a seminare confusione“.

Sospendendo la didattica in presenza ho esercitato le mie legittime prerogative previste dalla legge, come il presidente del Consiglio ha esercitato le sue con i vari Dpcm che ha emesso. Se ho qualcosa da dire al presidente Conte lo faccio nella sede competente, in riservatezza e senza polemizzare pubblicamente. Siamo in una vicenda più grave del previsto che va gestita con unità e rispetto reciproco. Stiamo cercando soluzioni per le famiglie che non sanno dove lasciare i bambini più piccoli e sono certo che riusciremo ad attutire il loro disagio nei prossimi giorni”.

A questo punto bisogna ragionare su questo 1-2: Azzolina che va contro Emiliano e poi un comunicato fake.

Chi ha fatto questo comunicato? La polizia postale sta indagando?

Le ipotesi sul falso comunicato sono:
1) é un’idiota che voleva fare disinformazione
2) è un’idiota che accecato dal suo fanatismo politico probabilmente a favore dell’M5S e/o PD ha provato a sostenere le tesi di chi vuole tenere ancora aperte le scuole
3) è un’opera sofisticata da parte di qualcuno che conosce i mezzi informatici e sa come manipolarli che è riuscito con una bufala a raggiungere milioni di italiani

Considerando che far girare una fake news non è facile, forse il mistero si accende proprio sul punto 3.

Credo che la soluzione sia tra il punto 2 e il punto 3. Perché il testo mi sembra evidente che sia stato fatto appositamente per motivi politici, non solo per “giocare”. Inoltre la capacità di diffusione di questa fake news mi fa pensare a qualcuno che sa muoversi in certi contesti e sa usare i social come strumento di manipolazione/disinformazione di massa.

Il mistero comunque si affittisce: ostinazione del governo a tenere aperte le scuole mentre l’Italia è in coprifuoco dalle 23 alle 5 di mattina e la ristorazione è stata chiusa alle 18:00.

Perché continuare a danneggiare il cittadino standard e i lavoratori italiani mentre invece si continua a tenere aperte le scuole? Che disegno c’è dietro?

Dobbiamo considerare che anche la Germania da pochi giorni ha replicato un coprifuoco in stile Italia: quasi tutto chiuso, tranne che le scuole.

Strano anche questo dato.

Ma pensandoci bene la Germania al momento è guidata dalla Merkel che è stata la prima a sostenere a marzo 2020 che il 60%-70% dei tedeschi sarebbe stato contagiato numeri in linea con le teoria negli stessi giorni della Gran Bretagna che parlava di immunità di gregge.

Anche il premier olandese Mark Rutte sosteneva teorie simili: “Coloro che hanno contratto il virus sono, di solito, immuni in seguito. Proprio come ai vecchi tempi con il morbillo. Maggiore è il gruppo immune, minori sono le probabilità che il virus colpisca anziani vulnerabili e persone con problemi di salute. Con l’immunità di gregge costruisci, per così dire, un muro protettivo intorno a loro. Questo è il principio”

Allora considerando che la scuola ha fatto impennare i contagiati Covid perché Conte e Merkel insistono a tenerle aperte? Si vuole forse andare proprio verso l’immunità di gregge? C’è una strategia comune da parte dell’Europa? Oppure è semplicemente l’ennesimo errore di questi governanti?

Scuole aperte, aumento di contagi, comunicati falsi orchestrati ad arte: cosa sta succedendo?

Sapete che sono il primo a smentire idee complottiste e reputo che semplicemente questo governo Conte-M5S-PD è incopetente ed incapace di guidare l’Italia, ma di certo quello che sta avvenendo è strano.

Si vuole forse sfruttare l’emergenza CoronaVirus per disegnare una nuova Europa? Si vuole sfruttare l’emergenza sanitaria per creare gli Stati Uniti d’Europa?

Vedremo.

Nel mentre in Francia c’è stato l’ennesimo attentato, questa volta non da parte di un fanatico politico, bensì da un fanatico religioso.

Il fanatismo fa brutte cose, come lo fa l’inefficienza. Il terrorista che ha tagliato due teste e ucciso ieri tre persone è stato accolto dal governo Conte insieme ad altri migliaia di immigrati.

Sappiamo tutti che con PD-M5S il numero di immigrati clandestini è aumentato a dismisura e molti di essi sono risultati anche positivi al Corona Virus.

Purtroppo quelle teste sono state tagliate sul serio, mentre invece nel governo Conte, malgrado la sua inefficienza ancora non cade nessuna testa: ancora nessuno ha avuto l’onesta di ammettere i suoi errori e dimettersi. Le poltrone sono troppo comode a quanto pare.

Nessuna dimissione né da parte di Conte, né di Di Maio, in teoria Ministro degli Esteri anche se sembra impegnato più in questioni politiche interne al M5S e a dire che stanno valutando di bloccare il campionato di Serie A, né del ministro Lamorgese responsabile per la sicurezza.

Così mentre gli italiani sono sempre di più chiusi in casa e milioni di persone sono senza lavoro, l’Italia del PD-M5S accoglie terroristi, gli da da mangiare, gli da il lasciapassare per muoversi liberamente in Europa.

Errori, su errori, su errori. Più tempo passa, più si peggiora.

Facciamo ancora in tempo a cambiare, ma la prima cosa è rimuovere questo governo Conte e rimpiazzarlo subito con un governo tecnico bipartizan.

Il Covid ci accompagnerà per almeno altri due anni, bisogna intervenire subito.

Rilassiamoci con il calcio, lasciamo che ci distragga e rilassi un po’ fino a che Di Maio e i suoi compagni di merenda non decidano che l’aumento dei contagi in Italia è colpa della Serie A.

Credo però che il governo Conte-M5S-PD sappia bene che se tolgono anche il calcio agli italiani, sarà per loro un clamoroso autogoal: a quel punto sì che la gente porterà i forconi sotto Palazzo Chigi.

Il calcio in questo momento è un ammortizzatore sociale, insostituibile.

Buon calcio a tutti e forza italiani.

Pronostico.it PREMIUM abbonati ora a €139 l'anno (solo € 11,58 al mese!). CLICCA QUI

€410 Info Registrazione
€215 Info Registrazione
€305 Info Registrazione
€400 Info Registrazione
€10 Info Registrazione

Clicca su questi bookmaker per i dettagli sui bonus. Gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza. Comparazione Bonus Scommesse.

5 commenti

Vuoi Ricevere oltre 200 Pronostici a Settimana anche con Quote Medio-Alte? Abbonati ora a Pronostico PREMIUM. Clicca QUI per Scoprire l'Offerta!

€410 Apri
€215 Apri
€400 Apri
€305 Apri
€10 Apri

Clicca su questi bookmaker per i dettagli sui bonus. Gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza. Comparazione Bonus Scommesse.

Comparazione Bonus

€410 Visita Sito
€215 Visita Sito
€400 Visita Sito
€305 Visita Sito
€10 Visita Sito

Comparazione Bonus. Gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza; Visita i siti per i dettagli.