Quote Scommesse Calcio ®

Il calcio aiuta a curare il CoronaVirus

Il numero di morti di ieri è balzato di +133 unità (prima di ieri i totali deceduti delle settimane precedenti erano “solo” 233); il Papa fa una diretta streaming invece di affacciarsi a San Pietro, ci sono rivolte nelle carceri, il panico inizia a dilagare nel Paese e la politica commette quegli errori che dovrebbe non fare.

Vedere un ministro che di domenica a pranzo inserisce un post su un social network made in USA e comunica con un condizionale che si dovrebbe andare contro le decisioni prese durante la notte dal consiglio dei ministri a cui esso stesso ha partecipato è una cosa assurda. Crea confusione, instabilità, amarezza.

Se ieri non si è creato panico per quel numero, +133, è anche perché c’era la Serie A e almeno per 24 ore gli italiani hanno ritrovato la parvenza di una domenica normale.

Il calcio italiano è esso stesso un patrimonio del nostro Paese e ha una sua funzione sociale, bloccarlo significa bloccare del tutto una delle migliori economie dell’Italia, ma anche aumentare il rischio che la popolazione diventi nervosa fino ad esplodere come una polveriera.

Oltre alla figura squallida che l’Italia ha fatto ieri durante la partita delle 12:30 Parma-SPAL (si gioca in quest’orario proprio per permettere ai paesi asiatici di vedere il nostro calcio), oltre alla politica italiana che in questi tempi sembra essere guidata da dilettanti allo sbaraglio, ci mancava solo di togliere una delle ultime cose che stanno facendo bene nella doppia funzione economica e sociale.

La crisi del CoronaVirus durerà settimane, molto probabilmente anche mesi, continuare a regalare belle partite come quelle di ieri sembra un’idea intelligente, ma evidentemente c’è chi sta vivendo male questo periodo. Il problema è che i leader dovrebbero essere i primi a tranquillizzare, ma evidentemente in Italia non ne abbiamo.

Senza calcio si rischia di aumentare lo stress e l’allarmismo negli italiani, due cose che si dovrebbero invece evitare il più possibile.

Come segno di protesta contro questa politica schizofrenica, blocchiamo per oggi l’inserimento dei pronostici, ma chi vuole può commentare l’articolo.

Comparazione Bonus

Betfair 100% fino a €50 + €5 a settimana . APRI QUI BONUS

Snai 100% primo deposito fino a €300 . APRI QUI BONUS

Betflag €20 euro senza deposito + fino a €1000 sul primo deposito. APRI QUI BONUS

Pronostico PREMIUM

Attiva ora Pronostico PREMIUM Clicca Qui

Il gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza; giocare solo su siti autorizzati da AAMS.

Inserisci un commento

Qui sotto puoi inserire i tuoi commenti. Se questo è il tuo primo commento assicurati di leggere prima con attenzione la pagina Come partecipare

7 commenti

  • Oggi niente pronostici. Se volete potete commentare la vostra in merito al fatto se bloccare o meno la Serie A e nel generale lo sport italiano invece di giocare a porte chiuse.

  • Buon giorno a tutti,
    Secondo me sarebbe il caso di sospendere tutte le partite di Serie A visto la situazione che va solamente a peggiorare.
    La salute prima di tutto..

  • Buongiorno a tutti.
    Il calcio aiuta a farci sembrare di tornare nella normalità, quando invece stiamo vivendo un periodo surreale e di straordinaria anormalità.
    Vedere una bella partita come Juventus – Inter di questi tempi non fa altro che bene, sicuramente.
    Se si sono le condizioni, con tutti gli adeguati controlli e rigorosamente a porte chiuse, bisogna continuare a giocare, secondo me.
    Ma non mi morderò le mani, se dovessero decidere il contrario.
    Spero si torni subito alla normalità: quanto è bella!

  • Buongiorno a tutti. Da ieri, vivo in piena zona rossa, che però è stata ribattezzata ” zona attenzionata”. Che dire, sembra di vivere in pieno coprifuoco, in totale incertezza se puoi muoverti o meno per le faccende quotidiane. I primi risvolti ( negativi ) si sono già visti: essendo la mia zona turistica, c’è un drastico calo di prenotazioni in alberghi, bar e ristoranti, e un sacco di gente che rischia di rimanere senza lavoro. In tutto questo, chi governa non è in grado di prendere decisioni coese e determinanti, così come non è stato in grado di farlo 2 mesi fa, all’inizio di questa crisi. La cosa nauseante è stato vedere come le autorità del calcio abbiano litigato tra di loro in questi giorni in merito al fatto di giocare o meno, mettendo in primo piano il dio denaro, e non la salute dei protagonisti o il ruolo di intrattenimento che può avere il calcio in questo momento. Non riesco a decidere se è giusto o meno continuare con il campionato: da un lato dico di si, per cercare di forzare il più possibile il ritorno alla normalità, o quantomeno per mantenere il più leggera possibile la pressione. Dall’altro lato, vivendo la situazione sul campo, mi viene da pensare che la priorità dovrebbe essere il supporto alle imprese che stanno andando in ginocchio e il rafforzamento delle strutture ospedaliere, che guarda caso negli ultimi 20 anni hanno subìto tagli su tagli. Che dire, ragazzi: l’unica speranza è che i contagi cessino e si blocchino il prima possibile, altrimenti andremo verso una saturazione dalla quale non so dire come e quando si uscirà.

  • buon giorno io credo che la cosa più giusta da fare sia di sospendere tutte le attività sportive a livello mondiale perché il problema è mondiale . se l’essere umano a causa di un qualsivoglia virus domani dovesse scomparire mi spiegate come potrebbero poi esserci le competizioni sportive. allora risolviamo prima questo problema e poi potremmo concentrarci anche su altro e non venite a parlarmi di interessi economici e quant’altro perché non ce ne possono essere più neanche quelli senza l’essere umano. allora dico io prima risolviamo il problema virus e poi tutto il resto. che si prendessero qualche mese sabbatico in attesa che il virus venga contenuto.

  • Il Campionato di Serie A va fermato. A questo punto o i vertici UEFA comprendono che l’Europeo è da spostare oppure difficilmente andando di questo passo vedremo la fine dei campionati nazionali e vedremo l’inizio dell’Europeo.
    Giocare a porte chiuse non ha senso in campionato figuriamoci nell’ambito di una manifestazione internazionale.
    Mi limito a parlare del dato sportivo, quello socio sanitario dovrebbe essere compreso da tutti anche se le persone “ritardate” tardono a capire.

Comparazione Bonus

Betfair
€50 a rimborso + 5 euro ogni settimana
SNAI
Bonus fino a 300 euro
Betflag
€20 bonus senza deposito + bonus a scelta fino a €1000
Stanleybet
bonus €10

Siti legali autorizzati dallo Stato italiano (AAMS). Gioco riservato ai maggiori di 18 anni. Il gioco può provocare dipendenza psicologica; giocare con moderazione.

pronostici premium

Accesso Rapido

Accesso rapido