Quote Scommesse Calcio ®

E noi al Covid lo menamo: forza Popolo QSC!

Pronostico.it PREMIUM

Abbonati a PRONOSTICO.IT e accedi ai Pronostici PREMIUM Clicca Qui

Forza Marco “Fantafoot” e forza Luca “Frequo76”!

Su QSCpronostici.com ci avete comunicato che siete state infettati e mi dispiace.

Tenete duro. Il consiglio che vi do’ è di farvi seguire con attenzione il medico di famiglia e nel frattempo magari rilassarvi con QSC e Pronostico.it

Se avete voglia di farlo, penso che siano tante le domande che ognuno di noi vorrebbe farvi.

Fate parte della nostra famiglia e condividere può essere utile sia per esorcizzare il problema, sia per informare il Popolo QSC con persone di fiducia che stanno vivendo questa situazione.

Così si condividono i pronostici, se vorrete farlo chiedo a voi ed eventuali altri utenti che sono o sono stati infetti di rispondere ad alcuni quesiti.

  1. Come state ora e che tipo di sintomi avete?
  2. Da quanti giorni sapete di essere positivi al Covid?
  3. Che tipo di cura state facendo?
  4. C’erano già altre persone in famiglia contagiate?
  5. Possibili ipotesi sulla causa di contagio?

Nel mentre mi fa enormemente piacere sapere che proprio QSC e Pronostico.it vi possono aiutare a superare questa fase.

Un forte abbraccio a voi e alle vostre famiglie

Giulio

Comparazione Bonus

Betfair 100% fino a €50 + €5 a settimana . APRI QUI BONUS

Snai 100% primo deposito fino a €300 . APRI QUI BONUS

QSCbonus per sempre sia su singole che multiple. APRI QUI BONUS

Betflag €20 euro senza deposito + fino a €1000 sul primo deposito. APRI QUI BONUS

Il gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza; giocare solo su siti autorizzati da AAMS.

Inserisci un commento

Qui sotto puoi inserire i tuoi commenti. Se questo è il tuo primo commento assicurati di leggere prima con attenzione la pagina Come partecipare

10 commenti

  • Ho aperto il post qui su QuoteScommesseCalcio.com invece che su QSCpronostici.com per aumentare il numero di persone che può leggere questo articolo particolarmente importante.

  • Ciao ragazzi grazie della solidarieta’. Come immaginate sono preso da 1000 cose e non ho neanche il tempo di scrivere, ma appena potro’ rispondero’ alle domande perchè è giusto diffondere le informazioni di prima mano, anche se vi assicuro che con questo virus le certezze sono davvero poche. Comunque sto benino, al momento.

  • Ciao ragazzi, grazie della vicinanza. Provo a raccontare la mia storia, seguendo le domande di Giulio.
    1) Al momento benino. Un pò di tosse che speriamo non peggiori, in precedenza i dolori di una sindrome influenzale alla schiena, alle ossa..insomma i tipici segnali di una influenza.
    2)Da venerdì
    3) Cortisone e antibiotico per curare la tosse soprattutto e la respirazione
    4)No. abbiamo scopeto insieme di essere positivi io, mia moglie e le due bimbe.
    5)Le maestre della bimba che va alle elementari sono state positive. Infatti noi eravamo comunque in isolamento fiduciario per fortuna, così non abbiamo potuto infettare altri.

    Ragazzi che dire…anche se stiamo abbastanza bene c’è timore di peggiorare, e speriamo che questi giorni passino in fretta.

    Un caro saluto a questo meraviglioso popolo, ed al suo grande ideatore, Ciao Giulio!

  • Eccomi qua… dopo un weekend in cui come immaginerete non ho avuto un momento di tranquillità tra organizzazione, telefonate, controlli e briefing familiari, forse da oggi avro’ un po’ piu’ di tempo libero, peccato proprio durante una di queste maledette soste delle nazionali… comunque la mia storia penso sia piuttosto particolare e forse vale la pena di essere raccontata, perchè dimostra quanto sia difficile combattere questa epidemia e quanto ancora oggi ci sono parecchie cose che ancora non sappiamo.
    Seguendo le domande di Giulio provo a raccontarvi…
    1-2. Sto benino. I primi sintomi sono iniziati giovedi’ 5 nov, in serata, con doloretti alle ossa delle gambe e un senso di stanchezza. In altri momenti non ci avrei neanche fatto caso, ma visto il periodo mi son provato la febbre ed avevo 37. A dire il vero il giorno prima avevo avuto mal di testa per cui puo’ darsi che quello sia stato il vero primo sintomo. Il venerdì i sintomi son rimasti gli stessi: dolori alle ossa e febbre fissa a 37, per cui ho cercato di prenotare un controllo. La cosa è piuttosto complicata e soprattutto non rapida… non mi dilungo ma questo dimostra ancora di piu’ come i dati statistici poi sono sfalzati nel tempo, visto che da quando uno cerca di farsi un tampone a quando hai i risultati passa una settimana … comunque alla fine trovo un tampone rapido per il giorno dopo. Tornando ai sintomi, questo virus puo’ dare uno qualsiasi dei sintomi classici di una influenza, con in piu’ questa stranezza di non sentire gli odori e/o i sapori.
    A me i sintomi sono “virati” da venerdì pomeriggio, pian piano sono spariti i dolori ossei ed è arrivato un raffreddore micidiale. Sabato è stato il giorno del raffreddore, cosi’ violento non lo avevo mai provato, ma comunque pur sempre un raffreddore. Niente febbre se non qualche linea di sera. Domenica ancora raffreddore e mancanza di odori, che pero’ forse dipendono dal raffreddore, non so. Dei vari sintomi per fortuna mi manca la tosse o comunque difficolta’ di respirazione. Sto con le dita incrociate perchè quello è l’unico sintomo veramente pericoloso, se mi sono evitato quello potro’ considerarmi fortunato, penso che oggi e domani saranno giorni determinanti e ho la speranza di essermi lasciato il peggio alle spalle.

    3. Come detto sopra, non avendo problemi respiratori, non sto prendendo niente. Ho capito presto, anche confrontandomi con altri casi e qualche amico medico, che non essendoci una cura per il virus, si curano appunto i sintomi quando necessario e siccome i sintomi che portano al ricovero e poi alla terapia intensiva sono solo quelli respiratori, si curano quelli, con eparina e cortisone, piu’ dell’antibiotico immagino per copertura, visto che gli antibiotici ai virus non gli fanno niente. Piu’ o meno funziona cosi’, poi ovviamente c’e’ qualcuno che ti da’ subito il cortisone prima che tu abbia problemi e altri che te lo danno solo se stai male male, ma questo è normale. Molto poi dipende dall’eta’ e dall’anamnesi. Io sono stato considerato paucisintomatico e finche’ resto tale non ho una terapia se non il riposo.

    4. Questa è la parte grottesca. Vivo con una moglie e due figli universitari. Sono tutti e tre negativi. Il che è un sollievo da una parte ma crea un sacco di problemi dall’altra, non ultimo il fatto che ti senti un appestato e pure colpevole. Questo fa sì che non ci sia una certezza, su niente. Il paradosso è che tra tutti io sono quello che ha avuto meno contatti e che è rimasto piu’ in casa. Da ieri ho sentito decine di ipotesi e mi sono reso conto come ciascuno di noi, nessuno escluso, in questi casi parta dalle “sue convinzioni” e poi cerchi le “prove”, mai il contrario; lo facciamo inconsciamente. La realta’ è che tutto è possibile, niente pero’ è probabile. Qui entriamo nell’ultimo punto.

    5. Solo ipotesi, dicevo, tutte poco probabili. Lavoro da casa e da oltre un mese non metto piede in ufficio. L’ultima volta che sono andato in palestra risale a 15 giorni prima dei sintomi. Non ho fatto cene, aperitivi, uscite se non per comprare qualcosa, sempre con la mascherina, saro’ entrato in un bar due volte in tutto. Moglie e figli sono negativi per cui non possono avermi contagiato, a meno di ipotesi astruse e come detto piuttosto improbabili. Ancora piu’ strano è che non li abbia contagiati io (anche qui c’e’ ancora una possibilita’, vedremo nei giorni prossimi ma comunque al momento è cosi’). L’unica certezza, al momento, è la sfiga 🙁

    Se avete domande o curiosità saro’ felice di rispondere.

    • Ciao Marco, scusami ho letto solo ora.
      Prima di tutto forza e coraggio vedrai che andrà tutto bene.
      Interessante il discorso di come ti sei procurato il contagio e di come non lo hai diffuso in famiglia.

      Hai ragione le ipotesi sono molte. I familiari non potrebbero averlo preso in precedenza e avertelo trasmesso ed essersi poi negativizzati?

      Un’altra ipotesi che sarebbe compatibile con la tua situazione è se il virus può essere trasmesso con il cibo. Si continua a dire che non ci sono prove e certezze su questo aspetto, ma reputo che possa essere un fattore discriminante quando all’interno della stessa famiglia ci sono casi positivi e negativi. Il punto che dico è: l’aria che respiriamo è la stessa, ma magari il cibo no: qualcuno mangia in un modo, magari altri in un altro. E’ una mia ipotesi logica, vedremo in futuro se arriveranno prove in tal senso.

      Sempre in termini di cibo, possibile pure che si diventi più vulnerabili o meno vulnerabili proprio in base alla alimentazione. Alla fine si parla di chimica.

      L’unica cosa certa è che avremo ancora molto a che fare con il virus e quindi cercare di conoscerlo e non scartare nessuna ipotesi aiuta a farlo al meglio.

pronostici premium

Comparazione Bonus

Betfair
€50 a rimborso + 5 euro ogni settimana
BetX
QSCBONUS bonus a vita su tutte le scommesse sia vincenti che perdenti
SNAI
Bonus fino a 300 euro
Betflag
€20 bonus senza deposito + bonus a scelta fino a €1000
Stanleybet
bonus €10

Siti legali autorizzati dallo Stato italiano (AAMS). Gioco riservato ai maggiori di 18 anni. Il gioco può provocare dipendenza psicologica; giocare con moderazione.

Accesso Rapido

Accesso rapido

You cannot copy content of this page